Spesso ti ho parlato del legame tra noi e gli spazi in cui viviamo o lavoriamo e di quanto sia importante prendersene cura. Oggi voglio lasciare spazio a Silvia Ruffilli Operatrice Olistica Professional e collega Professional Organizer che ti parlerà di Architettura del Benessere, Feng Shui e Decluttering.

 

C’è uno stretto e profondo legame tra spazio abitativo e qualità del benessere. L’Architettura del Benessere progetta, costruisce o semplicemente rinnova lo spazio di casa (e di lavoro) da un punto di vista molto profondo, in quanto verifica in che modo l’ambiente, esterno ed interno, influenza la percezione psico-emozionale dell’uomo attraverso la reazione che il corpo invia in risposta a determinati elementi presenti nello spazio abitativo (lavorativo). Ad esempio: ti è mai capitato di entrare per la prima volta in uno spazio nuovo e di sentire “a pelle” se l’ambiente ti piaceva oppure no? Questa classica sensazione “a pelle” (che funziona anche tra le persone) parla direttamente alla nostra parte più intuitiva e percettiva (si dice una reazione di “pancia”), prima ancora che la mente pensante possa aver fatto un ragionamento a riguardo! Se la sensazione è positiva, il tuo corpo si rilassa, se la sensazione è negativa il tuo corpo si contrae e inconsapevolmente si pone in una posizione di difesa o di fuga per consentirti di metterti al sicuro e protetto. Tali reazioni avvengono inconsapevolmente. L’Architettura Olistica, attraverso il Feng Shui (Psicologia dello Spazio) e il Decluttering (Rimozione del Superfluo), decodifica quali sono gli elementi concreti dello spazio, che recepiti dai recettori dei tuoi 5 sensi, vengono trasformati in sensazioni e percezioni che possono farti sentire tranquillo e a tuo agio o viceversa ti creano una reazione di chiusura e contrazione fisica, tenendoti in allerta. Questi elementi concreti sono chiamati anche analogici e sono i colori, le forme, i materiali, gli elementi strutturali della stanza, la qualità della temperatura, la qualità dell’illuminazione, tipologia di arredo, i suoni, gli odori, l’ordine, gli accumuli, la tipologia dei tessuti, la proporzione tra pieni e vuoti, gli elementi naturali e artificiali del paesaggio e molto altro.

L’Architettura del Benessere ha come obiettivo quello di intervenire per progettare e rinnovare gli elementi analogici dello spazio affinché il corpo si senta protetto e difeso, creando nell’ambiente condizioni di fiducia, sicurezza ed entusiasmo, perché solo così lo spazio sarà in grado di  sostenere il benessere più profondo di chi lo vivrà.  Se dallo spazio di casa si riceve funzionalità e protezione, il corpo si lascia andare e di conseguenza è possibile:

  • creare relazioni di qualità, con maggior momenti di ascolto e dialogo tra i membri della famiglia
  • migliorare la qualità del riposo che permette cosi di rafforzare il nostro sistema immunitario e dunque la nostra salute generale
  • avere più tempo ed energie a disposizione perché lo spazio è al tuo servizio e non il contrario
  • sentirsi più  sicuro ed organizzato, ritrovando maggiore spinta vitale.

Prendersi cura della propria casa significa prendersi cura di se stessi. Il primo strumento dell’Architettura del Benessere è il Feng Shui che descrive in che modo lo spazio di casa sia in grado di sostenere gli aspetti archetipici della vita (lavoro, salute, famiglia, relazione di coppia, autostima ecc..), lo stato psico-fisico-emotivo dei membri della famiglia e lo stato fisico di specifiche parti del corpo. Il Feng Shui individua quali sono gli elementi analogici dell’ambiente esterno ed interno la casa, che suscitano reazioni psico-fisiche-emotive nell’uomo su questi tre aspetti e infine consiglia come intervenire nell’ambiente per correggere le disarmonie.

Il secondo strumento dell’Architettura del Benessere è il Decluttering, cioè la rimozione degli oggetti superflui che non aumentano il tuo benessere, anzi lo riducono. Gli accumuli influiscono sia sul tuo stato psico-emozionale (creandoti stati d’ ansia, confusione, indecisione, distrazione e insicurezza) che sulla praticità della casa (limitandoti la fruibilità e la libertà di movimento in casa). Fare decluttering aiuta a superare le resistenze del “non si sa mai”, “può sempre servire”, “è un ricordo”, “è costato dei soldi o fatica” e” può valere qualcosa”, riporta armonia e organizzazione nello spazio e fiducia, sicurezza ed entusiasmo dentro di te. E’ un Percorso di crescita personale attraverso l’alleggerimento dello spazio di casa, che fa capire come nel rapporto con gli oggetti ci siano profondamente radicati i nostri schemi mentali e le nostre percezioni emozionali.

 

Silvia Ruffilli

Operatrice Olistica Professional Iscritta SIAF n. ER01850P-OP

Professional Organizer Junior Iscritta APOI N.79

Professioni disciplinate dalla L. 4/13

 

StudiOlistico

Metodo Integrato per il Benessere della Persona

Galleria Aldo Moro 2 – 1 Piano

(si accede da Via Duca d’Aosta 80, sopra i negozi)

471034 Forlimpopoli

339 – 24 18 523

www.studiolistico.com

info@studiolistico.com

www.archibenessere.it

info@archibenessere.it